Happy maps

Happy maps

febbraio 6, 2015 journal
“As a scientist and engineer, I’ve focused on efficiency for many years. But efficiency can be a cult, and today I’d like to tell you about a journey that moved me out of the cult and back to a far richer reality.”

Ci è piaciuto molto questo talk di Daniele Quercia sui limiti insiti nella ricerca dell’efficienza degli strumenti digitali rispetto alla scoperta della ricchezza del mondo reale. Condividiamo la visione per cui gli strumenti informatici per troppo tempo hanno mirato a rendere un processo maggiormente efficiente, più veloce, meno costoso, raramente a come renderlo più gradevole.

Le app per la navigazione sono chiaramente uno di questi strumenti, per anni siamo andati alla ricerca del percorso più breve, magari diverso in base alle preferenze espresse riguardo al mezzo di locomozione, o al traffico presente o alle difficoltà che si possono trovare lungo la strada.

Ebbene, siamo sicuri che questo sia quello che desideriamo quando utilizziamo queste app per fini turistici? Non vorremmo invece trovare il percorso più gradevole, più bello, più caratteristico, più goloso?

Vi consigliamo di ascoltare questo talk di Daniele che spiega come ha affrontato e vinto questa sfida, sperando di avere presto degli strumenti che generano happy maps.